Il mio incontro con "il Doge" Giampaolo Manca, ex esponente di spicco della 'Mala del Brenta' - su "La Voce di Venezia" | Nino Baldan - Il Blog

CERCA TRA I POST DEL BLOG

23 febbraio 2020

Il mio incontro con "il Doge" Giampaolo Manca, ex esponente di spicco della 'Mala del Brenta' - su "La Voce di Venezia"

''Il Doge'' Giampaolo Manca, ex esponente di spicco della 'Mala del Brenta'

36 anni tra carcere e sorveglianza speciale: il suo nome è Giampaolo Manca e la sua vita l'ha trascorsa nell'illegalità, tra furti, armi, rapine e omicidi. Personaggio di spicco della 'Mala del Brenta', "il Doge" è stato autore di "colpi" a banche, gioiellerie e gioiellerie, usuraio e non per ultimo trafficante internazionale di eroina. Lui però, a differenza di Maniero, non ha parlato, non ha usufruito dei benefici riservati ai pentiti, scontando per intero il suo debito con la giustizia.

E ora Giampaolo Manca annuncia "sono cambiato, voglio fare del bene": la sua storia tra latitanze e detenzioni, si è trasformata in un libro, i cui proventi andranno a finanziare una struttura per ragazze-madri e bimbi autistici in Terraferma.

L'ho incontrato per un'intervista: "il Doge" ha ripercorso con me i suoi primi passi nella criminalità, quando nel 1971 - per emulare Diabolik - rubò dei quadri dalla Chiesa di SS. Giovanni e Paolo. Con un invito: "giovani, non fate come me".

Clicca qui per leggere l'articolo

Ringrazio come sempre Paolo Pradolin, Mattia Cagalli e la redazione del giornale per lo spazio che mi è stato concesso!

Nino Baldan


Leggi anche:

. "Topolini, Kombattini, Bim Bum Bam": il mio libro (con prefazione del DocManhattan)

10 attività veneziane scomparse (sedicesima puntata)


. 10 attività veneziane scomparse (prima puntata)

. La Voce di Venezia (sito ufficiale)

Tutti i post su Venezia

6 commenti:

  1. Ho letto l'intervista..complimenti! Manca ha vissuto proprio una vita da film

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fabrizio! Prima di realizzare l'articolo mi sono anche letto il libro: è un diario diretto, a tratti naive, pieno di avventure (e disavventure) in una Venezia divisa tra 'borghesi' delle zone centrali e 'poveri' dei rioni popolari. Ad un certo punto mi sono fermato per non "spoilerare troppo" :)

      Elimina
  2. Devo essere sincero, caro Nino. A me non piacciono molto queste interviste a persone che si sono rese responsabili di crimini gravissimi. Trovo che tutti, certo, abbiano diritto, scontata la pena, a rifarsi una vita, tanto più se mettono la loro esperienza al servizio del miglioramento della collettività, però credo che loro, che cercano visibilità, non agiscano bene. Insomma io sono contrario ad (ex)assassini, terroristi,ecc.che vanno a tenere conferenze in scuole, università e quant'altro. Poi sulla sincerità del pentimento, Manca e solo lui può sapere se è a posto con la coscienza o meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Francesco, capisco il tuo punto di vista, ma si tratta di "step" obbligati per chiunque lavori nell'informazione... A mio avviso, l'importante è mantenere sempre l'onestà, l'obiettività e l'imparzialità, e questo è possibile controllando le fonti, attenendosi ai dati ed evitando di esprimere giudizi.

      E' successo che in casi simili, pur di ottenere il 'clic', si siano messe in bocca agli interessati dichiarazioni non veritiere o che azioni criminali siano state in qualche modo idealizzate o esaltate. E' un articolo che ho letto e riletto più volte per sincerarmi che fosse il più oggettivo possibile: un ex malvivente ha dichiarato di voler fare del bene scrivendo un libro che finanzierà una struttura benefica.

      Spero che il mio tentativo di essere "super partes" sia andato a buon fine e che Manca esca dal mio pezzo nè infangato nè tantomeno giustificato, ma che a parlare sia la mera e semplice cronaca relativa a personaggi e vicende che, purtroppo, sono parte della storia della nostra città.

      Elimina
  3. Io lo trovo un eccellente articolo, su un personaggio di cronaca ben noto ai Veneziani.
    A mio avviso Nino, sei stato egregiamente "al di sopra delle parti".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monica per il tuo feedback! Come dicevo, è stato un pezzo sul quale ho speso tempo e attenzione, e sono felice che il risultato sia stato apprezzato :)

      Elimina