Jesse Pinkman ad "OK, il prezzo è giusto" (momenti televisivi) | Nino Baldan - Il Blog

CERCA TRA I POST DEL BLOG

28 febbraio 2015

Jesse Pinkman ad "OK, il prezzo è giusto" (momenti televisivi)

Aaron Paul, il Jesse Pinkman di ''Breaking Bad'', a ''The price is right''

Dopo aver parlato della partecipazione di due leader di partito italiani (Matteo Renzi e Matteo Salvini) ad altrettante trasmissioni televisive italiane, è la volta di spostarci oltreoceano, e di analizzare l'esperienza da concorrente a "The price is right" di Aaron Paul, meglio conosciuto come Jesse Pinkman della serie "Breaking Bad".

Molti lo ricorderanno, nella serie andata in onda dal 2008, nei panni del tossico/spacciatore aiutante del prof. White. Ma osservando Aaron Paul nel 2000 durante la sua partecipazione alla versione americana di "OK, il prezzo è giusto", sembra quasi di vedere lo stesso personaggio.

Nel corso dello show il concorrente saltò, gridò, si prese confidenze con il presentatore Bob Barker, si gettò a terra. In molti si chiesero se si fosse trattato di un modo per farsi notare, oppure se il futuro Jesse Pinkman fosse stato davvero sotto effetto di sostanze psicotrope.

A fugare ogni dubbio fu in seguito lui stesso, dichiarando di aver bevuto 6 lattine di Red Bull prima della messa in onda, conscio che al programma servissero "concorrenti pieni di energia", arrivando però al punto di non riuscire a stare fermo. "Stavo male" dichiarò.


Il buon Aaron Paul sbagliò il prezzo di una Chevrolet Camaro per 132 dollari, e l'errore gli impedì di aggiudicarsela.


Il futuro fu però davvero clemente con l'attore, che nel 2010, 2013 e 2014 vincerà l'Emmy come "miglior attore non protagonista di una serie televisiva".
Come Jesse Pinkman, appunto.

Nino Baldan



Articolo successivo:

Nessun commento:

Posta un commento