P.E.S. dei Club Dogo (le cover che non ti aspetti) | Nino Baldan - Il Blog

CERCA TRA I POST DEL BLOG

4 ottobre 2019

P.E.S. dei Club Dogo (le cover che non ti aspetti)

P.E.S. dei Club Dogo feat. Giuliano Palma

Ricordate quando ci si trovava a casa di amici e quello che veniva proposto non era l'attuale, immancabile torneo di Fifa ma un'avvincente competizione a Pro Evolution Soccer?
La serie Konami, pur mancando quasi del tutto delle licenze (famosi erano il Milan ribattezzato Lombardia, le Marche al posto dell'Inter e il Piemonte che rimpiazzava la Juventus) affrontava il calcio da un punto di vista più tecnico, originando sfide che si protraevano anche per tutta la notte. E pazienza se le squadre e le maglie non erano originali: c'era un editor che permetteva di ricreare anche gli stemmi.

Piemonte vs Lombardia: l'assenza delle licenze in Pro Evolution Soccer
immagine da futbolemotion.com

Uno scenario che al giorno d'oggi appare impensabile: il progresso tecnologico ha portato una grafica sempre più realistica, agevolando il titolo EA che con loghi, divise e stadi originali permette un colpo d'occhio vicino alle gare trasmesse in televisione.
Chi immagina i ragazzini odierni, tutti social e vestiti firmati, rinunciare alle licenze e dilettarsi con formazioni anonime che sembrano militare nei campionati interregionali?
Ma facciamo un passo indietro, correva ancora il 2012 e i Club Dogo lanciarono "P.E.S.", vero inno d'amore nei confronti di Pro Evolution Soccer. A cantare il ritornello c'era Giuliano Palma, e il testo parlava di serate lontane dallo stress tra birre, cannabis e sfide alla console.

Club Dogo feat. Giuliano Palma - P.E.S. (2012)

Il brano si piazzò terzo nella classifica italiana, contribuendo al consolidamento del mito di Pro Evolution Soccer nel nostro paese. Amore disinteressato o un product placement di Konami come ipotizzato dal blog PES ItaliaNessuno l'ha mai chiarito: quello che sappiamo è che la filiale europea della software house ha omaggiato i Club Dogo con un premio per la passione e la dedizione dimostrate con il pezzo.

I Club Dogo ricevono un premio da Konami per P.E.S.
immagine da rapburger.com

Ma la rete iniziò subito a parlare di plagio: il gruppo greco Locomondo aveva pubblicato nel 2007 su Youtube una canzone molto simile a "P.E.S.", intitolata "Pro" e dedicata allo stesso videogioco: Pro Evolution Soccer.

Locomondo - Pro (2007)

Iniziarono delle ferocissime polemiche contro il gruppo meneghino, colpevole di aver copiato, di aver fatto i soldi con il lavoro degli altri, quando in realtà i credit ai Locomondo erano chiaramente presenti nel libretto del cd. "P.E.S" era una cover di "Pro", e i Club Dogo l'avevano specificato dall'inizio.
Ma come si sa, il web permette a tutti di parlare e di lanciare accuse senza cognizione di causa.

L'assenza della licenza della Juventus in Fifa 20: ecco il Piemonte Calcio
immagine da sport.sky.it

E per finire, un piccolo aggiornamento sulla questione-diritti. Nel 2020 sarà Fifa a mancare di un'importante licenza: quella della Juventus. Il club torinese ha infatti stretto un accordo esclusivo con Konami per la sua presenza nella nuova edizione di P.E.S.: per una beffarda legge del contrappasso, quest'anno saranno i fan EA a dover accettare un anonimo Piemonte Calcio in casacca rosa-nero. 

Chissà se i ragazzini odierni si accontenteranno.
Oppure, per avere il colpo d'occhio da gara trasmessa in tv, faranno tornare di moda le vecchie serate davanti a Pro Evolution Soccer.

Nino Baldan


Leggi anche:
 
. Con Calma (le cover che non ti aspetti)
 
. 15 superstar del calcio passate per il Venezia
 
Tutti i post sul calcio
 
Tutti i post sui videogiochi
 
Tutte le Cover che non ti aspetti 

4 commenti:

  1. Esatto, quest'anno è Fifa a non avere i diritti.
    Ma sai che ormai, proprio dopo la canzone che l'ha mitizzato, PES non e lo caga nessuno?
    Tutti a parlare e citare sempre e solo di Fifa.
    Non conoscevo l'originale del 2007: ma sai che spesso si tratta di cover, ma dire che sono plagi (e non smentirli, o fare gli ambigui) fa pubblicità :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A mio avviso, la canzone dei Club Dogo ha reso "mainstream" la serie Konami, dando l'idea che "facesse figo" giocarci.
      Dal punto di vista personale, queste operazioni sono riuscite a farmi distaccare da molti prodotti ai quali ero affezionato, diventati ormai "scontati" e
      "alla portata di tutti".

      Dopo il boom, peró, PES è praticamemte sparito: ho provato a chiedere a persone che gli hanno preferito FIFA, e hanno ricondotto ogni motivazione al discorso relativo alle licenze e al conseguente "colpo d'occhio" che darebbe l'illusione di trovarsi davanti a un match televisivo.

      Credo che nella società attuale conti sempre più l'apparenza che la sostanza; io non faccio testo perchè rimpiango "Super Sidekicks" della sala giochi e "International Superstar Soccer" per N64, con i loro contropiedi fulminei e i tiri spiazza-portiere perennemente accompagnati dalla scritta "GOAL" che riempiva lo schermo: divertimento e adrenalina in risoluzione LD :D

      Elimina
  2. Pato Mexes Messi Valdes..
    che ricordi!!!
    Pes è stato il top a metà anni 2000, poi ha perso terreno rispetto a Fifa. Ora è tornato protagonista.
    Non sapevo di un'edizione di Pes senza Milan!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Riccardo!
      Sono andato a ricontrollare, e l'edizione era "Pro Evolution Soccer 2" del 2002: c'erano 40 club europei TUTTI SENZA LICENZA. Ricordo che il telecronista, quasi con tono sconfitto, pronunciava "Lombardia" per il Milan e "Marche" per l'Inter :)

      Elimina