febbraio 2019 | Nino Baldan - Il Blog

CERCA TRA I POST DEL BLOG

25 febbraio 2019

I videogiochi di wrestling nella mia infanzia e adolescenza

composizione di videogiochi di wrestling anni 80 e 90

E dopo aver pubblicato il primo capitolo del mio libro "Io e il wrestling italiano", oggi è il turno del secondo, stavolta dedicato ai videogiochi di wrestling (l'ultimo della parte iniziale incentrata sui ricordi che precede la cronaca vera e propria).
Per l'occasione, il post è pubblicato su Medium, sito nato nel 2012 da un'idea del cofondatore di Twitter, Evan Williams. Volete rituffarvi nella nostalgia?

22 febbraio 2019

I Planet Funk ripartono da Dan Black (e dalla Italo Disco)


Chi non ricorda "I've never been to the USA / I am a slave for the minimal wage / Detroit, New York and LA / But I'm stuck in the UK", intonato dal cantante inglese Dan Black con tutta la particolare mimica che lo contraddistingueva? Correva il 2002, e la canzone era "Who said", del gruppo italiano Planet Funk.
Ebbene, la band è tornata, ed in sella c'è nuovamente il frontman britannico, stavolta in chiave Italo Disco! Volete saperne di più?

6 febbraio 2019

Gli "Eroi del Wrestling" della Hasbro/Gig e la WWF in tv

action figure wrestling Hasbro Gig

dal mio libro "Io e il wrestling italiano"

La mia passione per il wrestling nacque nel corso della mia infanzia, probabilmente nel 1990, quando, all’età di sette anni, intercettai per caso ciò che mio padre stava guardando in televisione. C’erano due uomini su un ring, ma non era pugilato: infatti questi si afferravano e si scagliavano al tappeto, e il tutto era condito da un’enfasi e una teatralità che non avevo mai visto in alcun altro sport, e ciò andava dall’atteggiamento sopra le righe di alcuni, all’abbigliamento decisamente inconsueto di altri.
Era la WWF (oggi WWE) del periodo a cavallo tra gli anni ‘80 e ‘90, caratterizzata da costumi stravaganti, volti dipinti, gimmick decisamente inconsuete per quello che nella mia testa di bambino di sette anni era un vero sport di combattimento. Non ci misi molto per rimanerne affascinato.