''You're right": il più bel pezzo anni '80 del 2018/2019 | Nino Baldan - Il Blog

CERCA TRA I POST DEL BLOG

26 novembre 2019

''You're right": il più bel pezzo anni '80 del 2018/2019

La copertina di ''You're right'' di Tom Hooker, pezzo Italo Disco del 2018

Dopo il remix di "Piece of your heart", torno a parlare di Tom Hooker e Miki Chieregato recuperando quella che a mio avviso è la loro miglior produzione Italo Disco dell'ultimo biennio.

Con "You're right" il duo di Las Vegas accantona provvisoriamente lo pseudonimo "Tam Harrow" per partorire una canzone squisitamente eighties, la cui struttura "low-bpm" riporta inevitabilmente a "Mad Desire", brano che i due artisti firmarono nel 1984 per Den Harrow. Ma, come di consueto, a fare la differenza è il fattore "jamais-vu", che a 35 anni di distanza fornisce all'ascoltatore la magica sensazione di sentire per la prima volta una hit degli anni '80.

A quasi un anno dalla sua pubblicazione (10 dicembre 2018) "You're right" rimane un elemento irremovibile della mia playlist, e tutto grazie alla struttura melodica, al ritornello con controcanto e alla consueta cura di Tom e Miki per riportarci "indietro nel tempo" - che con il senno di poi diventa un valore aggiunto.


Tom Hooker - You're right (2018)

Per qualcuno gli '80 sono stati il decennio di plastica, l'inizio della fine che ci ha condotti all'attuale punto di non-ritorno. Ma a quei tempi, anche l'immagine (parte integrante del progetto Den Harrow- dove a muoversi sul palco era un modello) aveva alle spalle un comparto musicale solido, curatissimo, che dopo 35 anni riesce ancora a suscitare emozioni.

Nella scena commerciale di oggi esiste qualcosa dietro all'immagine?
Siamo al paradosso che nel mondo della musica... la musica non conti più?

Nino Baldan


Leggi anche:

''Piece of your heart'': il remake anni '80 di un brano del 2019 (by Hooker / Chieregato)

. Den Harrow - la biografia definitiva

. Italo Disco saturday (prima puntata)

Tutti i post sulla Italo Disco

8 commenti:

  1. Eh, questa davvero sembra dell'epoca.
    Il tappeto musicale fa la grande differenza, non si distingue da un pezzo del passato :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Miki per il tuo apprezzamento! Ogni volta che segnalo un brano musicale mi dai sempre soddisfazione ;)

      Elimina
    2. Questa poi assomiglia tantissimo a Big in Japan :)

      Moz-

      Elimina
    3. Bravissimo Miki, "Big in Japan" degli Alphaville, la canzone che ha lanciato il trend dei "low bpm" seguito anche da "Mad Desire" di Den Harrow (sempre di Hooker / Chieregato). :)

      Una curiosità: "Mad Desire" esiste sia in versione "singolo" con la voce di Silvio Pozzoli che in versione "album" con la voce di Tom Hooker :)

      Elimina
  2. Ma l'inizio è proprio "Big in Japan"! mi hai catapultata in discoteca, circa beh... qualche annetto fa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere riportare a galla i ricordi del passato:) il Blog è anche questo: un luogo al di là del tempo e dello spazio dove gli anni '80 e '90 non sono mai finiti :)

      Elimina
  3. Risposte
    1. Eh sì... una volta i brani "commerciali" vantavano melodie alla "Big in Japan" o, senza spostarsi dall'Italia, alla "Mad Desire". Cosa c'è nella musica mainstream di oggi oltre all'immagine e alla pubblicità? :( ce ne fossero ancora di pezzi così...

      Elimina