2020 | Nino Baldan - Il Blog

CERCA TRA I POST DEL BLOG

31 marzo 2020

Venezia ai tempi del coronavirus - su "VeniceGondola.com"

Pandemia da coronavirus a Venezia: Piazza San Marco completamente deserta

Qualche giorno fa avevo parlato di coronavirus e delle sue possibili conseguenze per l'economia globale; ma in che condizioni versa Venezia, che nel 2019 accolse 28 milioni di turisti e che ora, a causa delle restrizioni imposte del Governo, vede le sue calli completamente deserte?

Oggi sono ospite di VeniceGondola.com per raccontare più da vicino le condizioni della città lagunare.

29 marzo 2020

L'incubo ricorrente della nostra adolescenza: la parola ai lettori

La vergogna di trovarsi nudi in pubblico: uno degli incubi ricorrenti dell'adolescenza

Ve l'avevo promesso: dopo il post sugli incubi ricorrenti della nostra infanzia, facciamo un passo avanti e parliamo di adolescenza. Da bambini temevamo l'ignoto, pensavamo che ciò che vedevamo nei film potesse succedere davvero... ma dalle medie in poi, quando la fanciullezza stava volgendo al termine, le nostre paure sono state altre; basta con i mostri, con le case infestate, con Crudelia De Mon che dormiva nel lettone.

Perché le medie sono state un periodo di passaggio dal sentirsi bambini al cercare di rincorrere gli adulti, in maniera particolare per il sottoscritto.

25 marzo 2020

Gli ''anni '80 II'' ovvero: 4 sigle post-1990 di Lorella Cuccarini

Lorella Cuccarini in ''Taci ascolta il cuore'', sigla di ''Bellezze sulla neve''

Dopo aver parlato de "La notte vola" (1988), oggi analizzeremo 4 sigle di Lorella Cuccarini uscite dopo il 1990 che per stile, atmosfere e melodia potrebbero appartenere agli "anni '80 II" ovvero: la continuazione del decennio di plastica che avremmo vissuto fino al 2000 se le influenze economico/culturali fossero state diverse.
Siamo tutti concordi nell'affermare che la caduta del Muro di Berlino e l'apertura delle frontiere abbiano portato a un'aria nuova nel panorama pop italiano: dopo l'edonismo ottantino era tempo di celebrare la fine di ogni guerra, ogni disputa e ogni confine.
Ecco quindi far capolino le sonorità di ogni parte del globo, dalla "world music" degli Enigma agli inni terzomondisti in chiave rap.

21 marzo 2020

Coronavirus: e se poi il mondo non sarà più lo stesso?

Coronavirus: Distesa di mezzi militari dell'esercito a Bergamo trasportano le bare

Lo ammetto: se qualche mese addietro qualcuno mi avesse parlato di negozi chiusi, restrizioni nelle uscite e pattuglie che girano con gli altoparlanti, avrei sicuramente sorriso, convinto che si trattasse del solito film catastrofista made in U.S.A.. Ancor più se mi avessero messo davanti agli occhi le immagini scioccanti dei mezzi militari che lasciavano Bergamo carichi di bare: "ma in che film?" avrei ribattuto. Ma invece è tutto vero: l'Italia sta vivendo il suo peggior momento dopo la Seconda Guerra Mondiale, e sta succedendo proprio ora, in questi giorni, con un bilancio di vittime a quattro cifre che nessuno - onestamente - si sarebbe mai aspettato.

18 marzo 2020

''La notte vola'' di Lorella Cuccarini (e le sue versioni in inglese e spagnolo)

Lorella Cuccarini canta ''Vola'', sigla di ''Odiens''

Dopo la sigla di "Quel fantastico tragico venerdì" di Carmen Russo, ecco a grande richiesta uno dei brani più iconici della seconda metà degli anni '80 - almeno per noi Italiani.
Chi non ha mai visto, almeno una volta nella vita, la Lorella nazionale intonare "Vola, con quanto fiato in gola", accompagnata dall'indimenticabile coreografia con le mani? Correva il 1988, e da allora ne sono nate reinterpretazioni, parodie e perfino cori da stadio.

Ma prima dobbiamo fare un piccolo salto all'indietro.

13 marzo 2020

Quando a ''Casa Vianello'' arrivò la cannabis

Raimondo alle prese con la cannabis in una puntata di ''Casa Vianello''

Immaginare De Marinis di "Camera Cafè" e Barabba de "La Passione di Cristo" vendere cannabis a Raimondo Vianello sembra qualcosa di assurdo, perfino nella finzione scenica. Ma è accaduto davvero, nella trentatreesima puntata della seconda stagione "Casa Vianello" intitolata "Il mercante di tappeti" e andata in onda nel 1991. Raimondo che fuma in camera? Sandra strafatta che parla romanesco? Andiamo a rivedere uno degli episodi più politicamente scorretti della sitcom più amata d'Italia.

8 marzo 2020

''I wanna be'': il singolo di Zorotl (l'alieno degli Eiffel 65)

Copertina di ''I wanna be'' di Zorotl (l'alieno degli Eiffel 65)

Torniamo indietro vent'anni e parliamo degli Eiffel 65, formazione torinese responsabile delle sonorità che monopolizzarono il periodo. Utilizzo del pianoforte, voce alterata dal vocoder e l'immancabile synth melodico: quanti brani abbiamo sentito con quel sound? E quante sigle dei cartoni, interpretate per la maggior parte da Giorgio Vanni?

Il gruppo di Maurizio Lobina, Gabry Ponte e Gianfranco Randone aveva debuttato nel 1999 con il primo album, "Europop", che conteneva il singolo d'esordio "Blue (Da Ba Dee)" e i successivi "Move your body", "Too much of heaven" e "My console". Oltre a queste era presente anche "Silicon world", molto simile alle prime due, e a quanto pare ce ne sarebbe stata un'altra, "I wanna be", che però fu scartata.

Ed è qui che entra in gioco Zorotl, la loro mascotte.

4 marzo 2020

La bella sorpresa: aperto a Sant’Antonin ‘Punto Eat’, nuovo alimentari - su ''La Voce di Venezia"

Sabrina alla cassa del ''Punto Eat'' di Sant'Antonin, il nuovo negozio di alimentari di Venezia

In una città qualunque, l'apertura di un negozio di alimentari passerebbe quasi inosservata, ma quando si parla di Venezia, luogo ormai stravolto dalla monocultura turistica, la notizia assume tutt'altri crismi. Sono andato a trovare Gino e Sabrina, i due coniugi che in Salizada Sant'Antonin hanno deciso di scommettere su "Punto Eat": un'attività su misura per i residenti.

2 marzo 2020

''Topolini, Kombattini, Bim Bum Bam'': la mia intervista su ''Moz O'Clock''

Il libro ''Topolini, Kombattini, Bim Bum Bam'' nella mia intervista su ''Moz O'Clock''

A poche settimane dall'uscita del mio libro sono ospite di "Moz O'Clock", il sito-blog sulla cultura pop e nerd degli ultimi decenni. Nel pezzo troverete l'intervista che ho rilasciato a Miki in cui parlo della mia opera, della mia città ma anche un po' di me: cosa mi ha spinto, a 36 anni, a investire 12 mesi della mia vita in "Topolini, Kombattini, Bim Bum Bam"?

29 febbraio 2020

La pizza che prendevamo da piccoli: la parola ai lettori

Una pizza prosciutto cotto e funghi

Rieccoci con un nuovo post che scava nei ricordi.
Tutti, da bambini, siamo stati qualche volta in pizzeria: sia con i genitori che con gli amici/compagni di classe, e tutti avevamo una nostra pizza preferita.

Ovviamente la nostra scelta dipendeva, oltre che ai gusti personali, al periodo in cui si è svolta la nostra infanzia: essendo del 1983, ho conosciuto il piatto partenopeo sul finire del decennio ottantino. Ed era un'altra epoca: il concetto di DOP, DOC, OGP non trovava ancora spazio nell'immaginario comune, e la maggior parte delle pizzerie aveva un menù per così dire "standard": senza mozzarella di bufala, pomodori di San Marzano e cipolle di Tropea ma che includeva i "soliti" ingredenti, spesso sottolio, a comporre sempre le stesse ricette.

25 febbraio 2020

''Nowhere land": l'omaggio della dance anni '90 a ''La storia infinita''

''Nowhere land'' dei Club House feat Carl: ''La storia infinita'' nella dance anni 90

Correva il 1995, esattamente 25 anni fa, ed eravamo nel pieno boom della italo dance.
Frequentavo le medie, quello strano periodo della mia vita che ho descritto nel libro "Topolini, Kombattini, Bim Bum Bam": l'infanzia si era definitivamente conclusa e tutto ciò che mi si presentava era nuovo, "adulto" e in qualche modo spaventoso.


Nei negozi era appena apparsa "Danceteria 9", compilation che presentava in copertina un orologio fuso in stile Dalì: a passarmene una copia, rigorosamente in audiocassetta, fu un ragazzo che si era appena iscritto nel mio istituto. Mi trovavo in seconda, e l'arrivo del nuovo alunno aveva creato non poco scompiglio: a differenza degli altri lui si mostrava "ribelle", rispondeva ai professori, frequentava le discoteche.

23 febbraio 2020

Il mio incontro con "il Doge" Giampaolo Manca, ex esponente di spicco della 'Mala del Brenta' - su "La Voce di Venezia"

''Il Doge'' Giampaolo Manca, ex esponente di spicco della 'Mala del Brenta'

36 anni tra carcere e sorveglianza speciale: il suo nome è Giampaolo Manca e la sua vita l'ha trascorsa nell'illegalità, tra furti, armi, rapine e omicidi. Personaggio di spicco della 'Mala del Brenta', "il Doge" è stato autore di "colpi" a banche, gioiellerie e gioiellerie, usuraio e non per ultimo trafficante internazionale di eroina. Lui però, a differenza di Maniero, non ha parlato, non ha usufruito dei benefici riservati ai pentiti, scontando per intero il suo debito con la giustizia.

E ora Giampaolo Manca annuncia "sono cambiato, voglio fare del bene": la sua storia tra latitanze e detenzioni, si è trasformata in un libro, i cui proventi andranno a finanziare una struttura per ragazze-madri e bimbi autistici in Terraferma.

L'ho incontrato per un'intervista: "il Doge" ha ripercorso con me i suoi primi passi nella criminalità, quando nel 1971 - per emulare Diabolik - rubò dei quadri dalla Chiesa di SS. Giovanni e Paolo. Con un invito: "giovani, non fate come me".

22 febbraio 2020

''Camomillati venerdì'' di Carmen Russo: gli anni '80 in un video

Carmen Russo in ''Camomillati venerdì'', sigla del programma ''un fantastico tragico venerdi'' del 1986

Facciamo un salto di ben trentaquattro anni e torniamo al 1986: Rete 4 aveva in palinsesto "Quel fantastico tragico venerdì", un varietà, affidato a Paolo Villaggio con la con la co-conduzione dell'allora ventisettenne Carmen Russo.

Ma ciò che andremo ad analizzare è la sua sigla, "Camomillati venerdì", che fu affidata alla stessa soubrette: un vero e proprio videoclip, dalle atmosfere simili a "Easy Lady" di Spagna, girato senza badare a spese. Senza dimenticare la canzone: orecchiabile, melodica, avvincente, tant'è che è stata addirittura accostata allo stile di Giorgio Moroder. In poche parole: gli anni '80 in un video, quando l'Italia aveva ancora soldi e risorse da investire nelle produzioni tv.

15 febbraio 2020

Film dal titolo... originale: cinema e adattamenti italiani - terza parte (di Alessio Carmignani)

Collage di copertine originali con a fianco quella italiana

Eccoci al terzo appuntamento con la rubrica "Film dal titolo... originale: cinema e adattamenti italiani"!
È di nuovo con noi Alessio Carmignani, che ci presenterà altri 12 titoli reinterpretati e stravolti per il pubblico nostrano. Siamo pronti per un'altra carrellata di mostruosità?

14 febbraio 2020

''Topolini, Kombattini, Bim Bum Bam'' è disponibile in tutti gli store!

Il mio libro ''topolini, kombattini, bim bum bam'' è disponibile in ogni store online

Annuncio con piacere che "Topolini, Kombattini, Bim Bum Bam. 24 fenomeni degli anni '80 e '90 nei ricordi di un bambino veneziano", è finalmente disponibile in tutti gli store, da Amazon a Mondadori, da IBS a Feltrinelli! Da oggi sarà quindi più facile ottenere il mio nuovo libro che, ricordo, si avvale della prefazione di Alessandro "DocManhattan" Apreda!

8 febbraio 2020

Sanremo 1992: quando Giorgio Vanni si esibì all'Ariston

Un giovanissimo Giorgio Vanni sul palco di Sanremo 1992 insieme ai Tomato

Questa sera si terrà la finale del Festival di Sanremo, ma a noi retro-nostalgici non interessa: preferiamo tornare al 1992 e recuperare l'esibizione di Giorgio Vanni sul palco dell'Ariston.
Sì, proprio lui, il cantante delle sigle Mediaset, quando non trattava ancora di "Pokémon" e "Dragon Ball" ma faceva da frontman al gruppo dei Tomato.

5 febbraio 2020

Sanremo 1981: quando Tom Hooker cantò ''Toccami'' sui pattini

Tom Hooker e la sua ''Toccami'' cantata a Sanremo 1981

Come ogni anno, è febbraio e siamo in pieno clima Sanremo. Ma non è della kermesse attuale che vi voglio parlare, anzi, farò un salto di trentanove anni per tornare al 1981.
Era un'altra epoca: a presentare c'era un Claudio Cecchetto alla sua terza conduzione, mentre il palco dell'Ariston mostrava una rottura con le edizioni precedenti grazie a una scenografia "minimal" e a un'illuminazione azzurra.

E tra i concorrenti c'era un giovanissimo Tom Hooker, futuro interprete dei maggiori successi di Den Harrow... con i pattini ai piedi.

3 febbraio 2020

Venezia che si arrende: chiude anche La Padovana di Campo SS. Filippo e Giacomo - su ''La Voce di Venezia''

Fabio Calza, titolare de La Padovana calzature a Venezia

Anche il 2020 si è aperto con gli addii: la prossima attività veneziana ad abbassare le serrande sarà La Padovana, storico negozio di calzature di Campo SS. Filippo e Giacomo.

E quando ad arrendersi sono i commercianti a un ponte da Piazza San Marco, c'è da porsi qualche domanda sull'effettivo beneficio di 28 milioni di turisti l'anno o se - forse - si stava meglio prima.

1 febbraio 2020

Super Mario (la sigla nel mondo)

Quali sigle hanno accompagnato il cartone animato di Super Mario nei paesi del mondo?

Bentornati a una nuova puntata de "la sigla nel mondo", la rubrica che confronta le opening italiane con quelle andate in onda nel resto del mondo. Oggi parleremo del cartone di Super Mario, trasmesso dalle reti Fininvest a partire dal 1989, ma prima di addentrarci tra i video riesumerò qualche ricordo d'infanzia legato alla serie.
 

25 gennaio 2020

''Maledetta droga'': la canzone neomelodica (video)

Il video di Maledetta Droga: l'autore è Patrizio Esposito, Gianni Celeste o Pino d'Angelo?

Da alcuni anni (precisamente dal 2008) gira il video di una canzone neomelodica dalle sonorità anni '80 intitolata "Maledetta droga". Il testo parla del dramma dell'eroina, mentre le immagini, più recenti, ci mostrano un ragazzo magro ricoperto di tatuaggi vivere la sua tossicodipendenza tra siringhe, furti e incontri con i pusher.

Molto si è detto di questo videoclip: chi ha apprezzato filo suo animo "neorealista" e chi lo ha additato come una parodia, per quanto involontaria, che scredita il problema della droga e chi ne è coinvolto. Ma scopriamone di più.

21 gennaio 2020

L'incubo ricorrente di quando eravamo piccoli: la parola ai lettori

Crudelia De Mon ne ''La carica dei 101'' e negli incubi ricorrenti della mia infanzia

L'infanzia, soprattutto per chi è cresciuto nell'era pre-digitale, era caratterizzata da un'aura di incertezza e mistero sulla quale nessuno avrebbe mai fatto chiarezza. Mettiamoci anche l'assenza di un qualsiasi parental control e l'abbondanza di contenuti shockanti anche nei programmi per bambini e il gioco è fatto.

Allora lo spartiacque tra l'infanzia e l'età adulta non era così marcato, facendoci imbattere già da piccoli con ciò che incarnava "il male": forse si diventava "grandi" prima, forse era meglio così, ma non sta a me dirlo. Quello su cui voglio soffermarmi oggi è: quali sono stati gli incubi ricorrenti della nostra generazione - cresciuta tra traumi, pubblicità sconvolgenti e rappresentazioni della morte?

Come sempre, inizio io.

19 gennaio 2020

''Let the music'', ''El ritmo'' e ''Explosion": la dance anni '90 di Scrapper dal film ''Miracolo italiano''

Nino Frassica balla in discoteca in ''Miracolo Italiano'' con l'ecstasy scambiata per aspirina

Mi riallaccio a un commento del buon Mikimoz, quando disse che il remix di "Paris Latino" "fa tanto film commedia del 1995". Ebbene, ecco un film commedia - ma del 1994 - suddiviso in 7 episodi accompagnati dal martellante sound della italodance: sto parlando di "Miracolo Italiano", diretto da Enrico Oldoini e interpretato (tra gli altri) da Renato Pozzetto, Nino Frassica, Ezio Greggio, Giorgio Faletti, Anna Falchi.

Ma più che la pellicola in sé voglio proporvi dei brani inediti dalla colonna sonora: "Let the music", "El ritmo" e "Explosion, tutti e tre firmati ScrapperUn fatto più unico che raro per un genere che solitamente si avvale dei "pezzi del momento", inseriti all'ultimo secondo in fase di montaggio.

11 gennaio 2020

Biscotti scomparsi: gli Orsi Sgranocchini Mulino Bianco

Gli Orsi Sgranocchini della Mulino Bianco: confezione di biscotti con sullo sfondo la tovaglietta

Qualche giorno fa, mentre mi trovavo al supermercato (più precisamente nella corsia dei dolci) mi è improvvisamente affiorato un ricordo: gli Orsi Sgranocchini della Mulino Bianco!
Avevano un sapore e una consistenza simile ai biscotti Plasmon, e raffiguravano un gruppo di orsetti intento a giocare a calcio; ho fatto delle ricerche online e sono riuscito a risalire alla loro data di lancio: 1993.

4 gennaio 2020

''Warsaw in the night": il brano anni '80 di Eddy Huntington uscito nel 2010

Warsaw in the night: canzone italo disco anni '80 di Eddy Huntington uscita nel 2010

Buon anno a tutti i lettori del Blog! Per la gioia dei nostalgici, questo 2020 si apre all'insegna della Italo Disco! Molti ricorderanno Eddy Huntington, il cantante inglese interprete negli anni '80 di successi come "U.S.S.R." e "Up & Downfirmati dal duo Hooker/Chieregato.
Ma forse non tutti conoscono "Warsaw in the night", brano inedito del 2010 che omaggia, oltre alla capitale polacca, anche le sonorità del decennio ottantino (tanto da sembrar tratta da un videogioco dell'epoca).