L’edicola delle Zattere portata via dall’acqua: il premier Conte incontra il gestore - su ''La Voce di Venezia'' | Nino Baldan - Il Blog

CERCA TRA I POST DEL BLOG

18 novembre 2019

L’edicola delle Zattere portata via dall’acqua: il premier Conte incontra il gestore - su ''La Voce di Venezia''

L'edicola di Walter Mutti alle Zattere portata via dall'acqua alta di Venezia

Venezia ha appena superato la seconda marea più alta di sempre: 187 cm sul livello del mare contro i 194 cm del 1966. L'acqua salata si è introdotta in ogni edificio, distruggendo dispositivi elettrici, mobili e suppellettili: anche le zone che si consideravano "sicure" hanno dovuto affrontare la furia degli elementi.

Per il sottoscritto le perdite si limitano a un'asciugatrice e a uno scatolone di fumetti, ma la notte del 12 novembre molti Veneziani hanno perso tutto. Uno di loro è Walter Mutti, che ha visto la sua edicola portata via dalle onde e trascinata chissà dove. Diventato un po' il simbolo di una Venezia in ginocchio, Walter è stato ricevuto dal premier Giuseppe Conte durante la sua visita in Laguna.


Questa mattina "La Voce di Venezia" ha aperto con il mio pezzo dedicato a Walter: leggeremo del suo dramma, del suo incontro con il Presidente del Consiglio e della toccante gara di solidarietà per vedere il prima possibile la sua edicola dov'era e com'era.

Clicca qui per leggere l'articolo

Il mio "grazie" va come sempre a Paolo Pradolin, Mattia Cagalli e all'intera redazione del giornale per lo spazio che mi è stato messo a disposizione.

Nino Baldan



Leggi anche:

10 attività veneziane scomparse (sedicesima puntata)

. 10 attività veneziane scomparse (prima puntata)

. La Voce di Venezia (sito ufficiale)

Tutti i post su Venezia

10 commenti:

  1. Un bel pezzo Nino, complimenti. Una tragedia assurda, forse evitabile, chissà. La mia solidarietà a coloro che hanno perso tutto. Speriamo che questa volta lo Stato italiano vada ben al di là delle solite "parole".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mariella!
      L'acqua è un elemento a cui i Veneziani sono abituati da secoli: ci siamo immediatamente rimboccati le maniche per ripartire!

      Ma la cosa che stride maggiormente si chiama MOSE, un progetto faraonico costato 5,5 MILIARDI ideato negli anni '80 e iniziato nel 2003, che attualmente giace incompiuto, corroso dalla ruggine e dalle incrostazioni. Avrebbe dovuto "salvarci" dalle acque alte, ha inciso in modo significativo sulle finanze dello Stato ma si è concluso con uno scandalo e una serie di arresti...

      Il premier ha garantito che rimborserà i danni ai Veneziani, ma la cosa più grave rimangono quei 5,5 MILIARDI buttati, che non gravano soltanto su noi cittadini ma sull'Italia intera. Un ulteriore esempio di quanto il malaffare non conosca regioni o latitudini.

      Elimina
  2. Io ho sentito della Libreria Acqua Alta che ha perso diversi libri..poi qualcuno si è mosso con una raccolta libri per donarli alla libreria, e hanno perfino stoppato la raccolta perché sono arrivati fin troppi libri! Una notizia che rincuora, diciamo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vivo a dieci minuti dalla Libreria Acqua Alta, un luogo che mi ha sempre incuriosito e affascinato. E purtroppo questa volta le barche su cui erano adagiati i libri non sono bastate :( Bellissima la risposta dei lettori, che dà un po' di speranza sia alla categoria che alla città!

      Elimina
  3. Ho letto il pezzo sul giornale online.
    Una sciagura e anche un simbolo della stessa. Ma non solo: anche il simbolo di solidarietà, e quello di stoico amore per un lavoro che sta scomparendo... :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche perchè Walter è un edicolante VERO, una categoria che a Venezia si è praticamente estinta.
      Tra la crisi dell'editoria, lo spopolamento (che ogni anno ci priva di 1000 abitanti) e l'imperare del turismo di massa, ogni chiosco è diventato un bazar che vende di tutto tranne che i giornali.
      Quindi, doppiamente: forza Walter!

      Elimina
    2. Immagino.
      E allora sì: FORZA WALTER! :)

      Moz-

      Elimina
  4. Eh un disastro m'ha detto. Ho visto le foto. (Davide Fox)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Davide!! Bentornato!! Come va? In quale parte del mondo ti trovi? :)
      Scrivimi, perché con il cambio di telefono ho perso molti contatti (tra cui il tuo).

      Eh...purtroppo è stata una bella batosta per tutti, per qualcuno in particolare... Ma nonostante le maree non accennino a tornare alla "normalità", Venezia non si piega e continua a lottare, giorno dopo giorno!

      Elimina